The Killing of a Journalist

16 settembre 2022

h.20:30

Concorso Internazionale

Breve Sinossi:

Matt Sarnecki, produttore e regista cinematografico nel film documentario The Killing of a Journalist, presentato in anteprima mondiale al Hot Docs Festival, rende omaggio al giornalista investigativo slovacco Ján Kuciak, assassinato nel 2018 a seguito delle sue inchieste sulla corruzione, intraprese con la sua fidanzata, Martina Kušnírová. Il film documentario esplora come l’intreccio tra criminalità organizzata, governo corrotto, sistema legale e forze dell’ordine possa praticamente definire la vita in un Paese europeo nominalmente democratico.

La protagonista principale è la collega di Kuciak del sito web Aktuality.sk, Pavla Holcová, che ha lavorato insieme a lui per scoprire i legami tra i più alti funzionari e l’oligarca Marian Kočner, e con la mafia calabrese della ‘Ndrangheta. Oltre a lei, Sarnecki intervista altri giornalisti, sociologi, le famiglie e gli avvocati della coppia assassinata, ma anche l’avvocato di Kočner. Considerato il primo omicidio “mirato” nella storia della Slovacchia, l’episodio ha portato l’opinione pubblica ad una protesta mai vista prima dopo la caduta del regime comunista. Kuciak era un giornalista noto per svelare le discutibili connessioni finanziarie tra politici e magnati d’affari, tra i quali emerge la figura del milionario Marián Kocner. Quando, a seguito dell’omicidio, la polizia non dimostra interesse nel ricercare il principale sospettato, i giornalisti movimentano l’opinione pubblica. I file trapelati, i rapporti scritti da Kuciak e la protesta dei cittadini portano alla luce scandalose reti di corruzione decennali che coinvolgono l’oligarca Marian Kocner e il capo della polizia Tibor Gašpar, burocrati di alto livello e lo stesso primo ministro Robert Fico. Ma quando i procedimenti giudiziari, invece di portare alla giustizia, portano alla luce schemi “honey-pot”, assassini pagati e dubbie nomine politiche, la democrazia stessa sembrerebbe non sopravvivere in uno degli scandali di corruzione più crudi e scioccanti dell’Unione Europea.

COPERTINA

Regia: Matt Sarnecki
Produzione: Final Cut for Real, Frame Films, GoFat Productions
Produttore: Signe Byrge Sørensen
Montaggio: Janus Billeskov Jansen
Fotografia: Anna Smoroňová
Durata: 100
Paese: Repubblica Ceca
Anno: 2022
Contatti: Final Cut for Real ApS info@final-cut.dk

Note di Regia:

L’omicidio del giornalista investigativo Ján Kuciak e della sua fidanzata è stato brutale e a sangue freddo. Si è trattato dell’eliminazione di una giovane coppia di fidanzati che lavorava per costruire una Slovacchia migliore e più giusta. La loro morte ha giustamente provocato una sorta di rivoluzione: le più grandi proteste in Slovacchia dalla caduta del comunismo e le dimissioni del Primo Ministro Robert Fico. Ho realizzato questo documentario perché la storia ha un risvolto che racconta una storia di corruzione  profonda e sconvolgente. Un anno e mezzo dopo gli omicidi, Pavla Holcová, la protagonista del documentario, insieme alla sua squadra, viene a conoscenza del contenuto del fascicolo segreto del caso mostrando uno Stato completamente corrotto. Questa è la storia di Jan, qualcosa che non voglio che il mondo dimentichi.